In questo anno rodariano così strano e imprevedibile, tra i tanti dispiaceri c’è stato quello di vedere che mille iniziative organizzate in tutta Italia si sono dovute cancellare.

Qualcuna però si è salvata e così ve ne vogliamo segnalare una di molto bella e poetica, che ci riporta addirittura la viva voce del nostro insuperabile Maestro Gianni.

A cento anni dalla nascita di quello che è forse il nostro più grande scrittore per l’infanzia letto da oltre mezzo secolo in tutto il mondo, abbiamo deciso di festeggiarlo proponendovi di ascoltare direttamente la sua voce grazie alle registrazioni originali e fino ad ora inedite conservate negli Archivi del Centro documentazione e ricerca educativa dell’Istituzione scuole e nidi d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia.

È infatti proprio a Reggio Emilia, tra il 6 e il 10 marzo 1972, che Gianni Rodari su invito del comune, organizzò una serie di incontri con insegnanti delle scuole dell’infanzia, elementari e medie intitolato: Incontri con la Fantastica. Se c’è “una logica”, deve esistere anche “una fantastica” che ci permette di esercitare l’arte di inventare storie: questa è l’intuizione semplice e rivoluzionaria che Rodari sperimentò concretamente con una cinquantina di insegnanti ed operatori delle scuole per l’infanzia di Reggio Emilia in quelle straordinarie giornate di formazione, durante le quali aprì la sua cassetta degli attrezzi del mestiere, giocando con loro a inventare storie, partendo da una parola sola che cade come un sasso nello stagno, o da due parole come in tante delle sue “favole al telefono”, mettendo in campo ipotesi fantastiche, prefissi sbagliati, errori creativi… insomma, svelando la sua “grammatica della fantasia”, unico manifesto teorico da lui dedicato all’arte di inventare storie, pubblicato da Einaudi nel 1973, proprio all’indomani di quelle giornate.

Oltre alle registrazioni degli Incontri con la Fantastica, nei nostri appuntamenti settimanali, ascolteremo le testimonianze di educatori e insegnanti che con Rodari parteciparono in quelle giornate all’elaborazione della grammatica della fantasia e le voci di scrittori, pedagogisti e lettori intrecciate alle filastrocche, le storie e i racconti conservati nelle teche Rai.

Tutti i sabati alle 18.00 su Radio3 e su Pantheon.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *