Arriva la Rodaripedia: il meglio di Rodari dalla A alla Z!

Che noia, l’alfabeto! E non parlatemi di punteggiatura, per carità, con tutte quelle regole! – Fermi tutti, chi l’ha detto? Chi è stato? Posso dimostrarvi il contrario, e in solo 21 lettere! No, no, non mi sto inventando trucchi vari: parlo semplicemente di Gianni Rodari.

Chi è Gianni Rodari?

Non credo ci siano molte persone, in Italia, che resterebbero mute davanti a questa domanda. Lo abbiamo incontrato tutti, almeno una volta, nella nostra vita: leggendo una favola a figli e nipoti, in una filastrocca sul libro delle elementari, in una storia raccontata da un amico.

Un amico che vorremmo tutti i bambini potessero conoscere, per la sua stra-ordinaria dote di trasformare qualsiasi errore in un racconto divertente che si fissa nella memoria e da lì non si scolla. Per i valori che sa trasmettere con semplicità, grazie all’esperienza che ha raccolto nella sua vita, come pedagogista.

Che abbiamo fatto, quindi? Abbiamo scelto 21 lettere. Sì, proprio quelle dell’alfabeto e, per non farle sentir sole, abbiamo lasciato che un po’ di punteggiatura andasse a tenere loro compagnia. E quello che ne è uscito è un libro. No, non è un manuale di grammatica! È piuttosto il punto di partenza per iniziare un fantastico viaggio: quello nel mondo di Gianni Rodari.

E che amico! Quello che riesce sempre a farti ridere, come quella volta che ti ha parlato del signor Egisto, che lascia che sua moglie usi i suoi baffi chilometrici per stendere i panni. Ma che ti spinge anche a riflettere, come quando ti ha raccontato della brutta faccenda della bomba all’idroggeno, che con la doppia <G> diventa ancora più pericolosa.

Un amico che ha saputo mettere in rima animali, città oggetti e perfino poliziotti. Che ha raccontato storie con personaggi e luoghi inventati, ma non troppo, perché ti lasciavano sempre l’impressione che, in fondo, parlassero proprio di te.

Rodari dalla A alla Z: le storie e filastrocche di Gianni Rodari lungo l’alfabeto

La nostra “Rodaripedia” vi porterà alla scoperta del fantastico mondo di Gianni Rodari senza perdere mai la bussola. O la testa, come il povero ane di Firenze, il cane che l’ha persa perché qualcuno l’ha mangiata. E le coloratissime illustrazioni di Chiara Armellini vi accompagneranno in questo viaggio tutto da ridere.

Tra filastrocche e storie, c’è spazio anche per capire valori importanti. Come la generosità, quella della matita che regala il puntino alla «I» che l’ha perso. O per imparare che, se l’acca scappa in Germania, in Italia saranno guai – soprattutto per i miopi, che con gli “occiali” non ci vedono un granché.

E dopo aver scoperto le fantastiche sorprese che nasconde ogni lettera, i segni di punteggiatura vi trascineranno nei racconti delle loro peripezie. Ma non vi preoccupate: potete iniziare l’immersione in questo mare di divertimento dalla lettera che più vi piace, ed esplorarlo nella direzione che vi suggerisce il momento.

In fondo, quello che ci ha guidato nello scegliere i testi per Rodari dalla A alla Z è semplicemente la volontà di far scoprire ai bambini le rime e i personaggi buffi e fantastici di Rodari, per aiutarli ad esplorare e comprendere un altro mondo, il più importante: la loro realtà quotidiana. Proprio come sosteneva lui stesso ne La freccia azzurra:

Io credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi: essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo.

Un pensiero su “Arriva la Rodaripedia: il meglio di Rodari dalla A alla Z!

  1. betty colombo dice:

    Ci prepariamo a ricordare Rodari nel varesotto luogo in cui lui ha vissuto, studiato, lavorato . Aspetto disponibilità da chiunque voglia partecipare all’iniziativa.
    Betty Colombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest